Ultima modifica: 23 Marzo 2021
I.T.I. "G. Marconi" > In primo piano > Progetto POR FSE “FOCUS”

Progetto POR FSE “FOCUS”

 

FSE POR TOSCANA 2014-2020 ASSE A – Occupazione Azione A.2.1.5.A Alternanza Scuola Lavoro
AVVISO PUBBLICO
per la concessione di finanziamenti per il potenziamento dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento – PCTO ex alternanza scuola-lavoro.

(D.D. n.4551 del 20/03/2020)

 

La finalità dell’avviso è sostenere e supportare le relazioni tra mondo della scuola e mondo del lavoro al fine di facilitare la transizione anche in termini di adeguamento delle competenze alle trasformazioni digitali odierne, nel quadro della Quarta Rivoluzione Industriale.
L’azione oggetto del presente avviso rientra nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

Tipologie di interventi ammissibili
Asse AOCCUPAZIONE
Priorità di investimento A.2

Integrazione sostenibile nel mercato del lavoro dei giovani, in particolare quelli che non svolgono attività lavorative, non seguono studi né formazioni, inclusi i giovani a rischio di esclusione sociale e i giovani delle comunità emarginate, anche attraverso l’attuazione della Garanzia per i Giovani
Obiettivo specifico A.2.1Aumentare l’occupazione dei giovani
Attività PAD A.2.1.5.A) ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Obiettivi dell’intervento

1. Sostenere e supportare le relazioni tra mondo della scuola e mondo del lavoro al fine di facilitare la transizione anche in termini di adeguamento delle competenze alle trasformazioni digitali odierne, nel quadro della Quarta Rivoluzione Industriale;
2. Potenziare l’interazione sinergica tra scuola, mondo produttivo e territorio in quanto strategica per l’economia regionale, facilitatrice di uno scambio di informazioni continuamente aggiornato sui fabbisogni professionali e formativi delle imprese, sulla reale spendibilità dei titoli di studio nel mercato del lavoro, sulle prospettive di sviluppo nelle professioni, sulle competenze specifiche richieste dal sistema produttivo, sulle condizioni migliori per
organizzare efficacemente gli spazi di autonomia e di flessibilità a disposizione delle scuole;
3. Garantire a tutti gli studenti degli istituti tecnici e professionali un’offerta formativa integrata di avvicinamento al mondo del lavoro in grado di presiedere in maniera efficace la gestione della transizione;
4. Realizzare percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO) che puntino a qualificare l’offerta di istruzione e formazione tecnica e professionale, migliorando l’aderenza al mercato del lavoro, sviluppando competenze tecniche, comuni e relazionali per l’occupazione, anche al fine di contenere i livelli di dispersione scolastica particolarmente alti per gli istituti tecnici e professionali.


In relazione all’avviso citato è stato presentato il:

Progetto F.O.C.U.S. – Formazione di Competenze Utili al Sistema Scolastico

Il progetto è stato presentato dai seguenti partner:

  • ITI G.Marconi (Pontedera)  Istituto capofila
  • Donati S.r.L.
  • Copernico S.c.a.r.l.

Obiettivi generali del progetto
Il progetto muove dall’idea che la condizione primaria per il successo effettivo del progetto sia un’efficace e
fluida interazione tra i principali attori del processo: Scuole e Aziende. I contenuti teorici vanno sempre più
contestualizzati rispetto alle esigenze di un mondo produttivo regionale (rappresentato da aziende,
associazioni, stakeholders che sostengono il progetto) che cambia con tempi diversi dal passato e arricchiti
di un’esperienza didattico/pratica che sviluppa apprendimento, per molti aspetti informale, ma non per questo
meno significativo ed importante. La progettazione procede dall’analisi del matching tra percorso scolastico
obbligatorio e attività aggiuntive concordate con l’impresa, per rilevare il concorso dell’attività lavorativa sui
processi di apprendimento in termini di conoscenze, abilità e competenze. In questa logica si inserisce il
percorso con i seguenti obiettivi specifici, in linea con quelli enunciati nell’art. 2 dell’avviso:
– Avvicinare i due sistemi formativi attraverso una più approfondita conoscenza reciproca anche in termini di
adeguamento delle competenze digitali odierne, nel quadro della Quarta Rivoluzione Industriale;
– Valorizzare il concetto di lavoro come realtà e come valore fondamentale dell’esperienza educativa
– Confrontare i due contesti educativi in termini di “clima di scuola” e di “clima di azienda” in quanto strategici
per l’economia regionale;
– Dotare i principali interlocutori del percorso degli strumenti operativi e metodologici per gestire il processo e
agevolare la comunicazione tra i due sistemi per informazioni continuamente aggiornate

Il progetto è in corso di realizzazione